Polemicamente

Perché utilizzo le penalità?


Ammettere oggi che viene usata la punizione è come dire che sei un genitore peggiore. Pertanto, le sanzioni sono considerate un segno di debolezza degli adulti, un segno di non modernità o persino arretratezza. I genitori che usano questo metodo non si adattano al mondo "rilassato" in cui la parola gioca il ruolo più importante. Sono come i dinosauri che devono estinguersi ...

Sanzioni ...? E non puoi altrimenti?

Se uso le penalità, significa che Non posso farlo che probabilmente non ho alternative né indizi sullo sviluppo del bambino. Sono in alcuni ambienti una madre subdola che non ama il figlio, non abbraccia, non bacia e probabilmente batte dove cade ...

Quasi nessuno oggi tiene conto del fatto che l'applicazione abile delle sanzioni è un buon metodoche adatta il bambino alla vita in una società in cui non puoi sfuggire al sistema di penalità e ricompense. Questa è una scuola di vita compresa positivamente e, d'altra parte, una scuola di amore: perché se non insegno a un bambino come vivere nel mondo moderno e come gestire le mie emozioni, chi lo farà per me? Insegnanti, colleghi?

Come sta imparando il bambino?

I bambini sono diversi. Questo si ripete così spesso, eppure molti se ne dimenticano ... Ci sono quelli a cui solo un avvertimento verbale. Questi piccoli, che di per sé sono disposti a collaborare e fare di tutto per compiacere i loro genitori. Di solito è sufficiente chiedere loro una o due volte che ascoltino.

Ci sono altri bambini che non sono soddisfatti di tali ammonimenti. Nella letteratura sono chiamati "Bambini difficili" o bambini ribelli. Sono bambini che spesso cercano di attraversare i confini. Lo fanno più spesso, meno sono luminosi e più spesso cambiano. Per tali bambini il processo di apprendimento sta testando cosa succede quando non "ascolto mia madre, quando faccio finta di non sentire mio padre". Sebbene sia chiaro che sanno cosa dire loro, non si applicano al contenuto del messaggio. Stanno aspettando azioni.

In queste situazioni, puoi agire in modo diverso: puoi chiedere, ricordare, supplicare, predicare, parlare dei tuoi sentimenti, come ci sentiamo quando il bambino non sta ascoltando, alla fine puoi anche perdere la pazienza e gridare, iniziare a offendere il bambino, ridicolizzare (succede può succedere a tutti i genitori).

Tuttavia, va notato che passare da un tono gentile, attraverso la persuasione, alle urla e alle derisioni è un modo che non solo ci fa perdere i nervi, ma soprattutto prolunga inutilmente la comunicazione con il bambino. I genitori che sono costretti a farlo spesso si sentono molto stanchi e hanno un senso di fallimento ...

La punizione non è violenza

Si può dire che un premio / elogio migliore della punizione. E non lo negherò. Lo è certamente. Tuttavia, questo non significa che punito rispettosamente per un bambino è un metodo che dovrebbe essere immediatamente eliminato.

Innanzitutto, la punizione deve essere appropriato alla situazione. Non può essere troppo grande o troppo piccolo, o anche più allungato nel tempo (poiché di solito è considerato ingiusto, due rimangono difficili da applicare). Più giovane è il bambino, prima deve essere punita l'offesa. Più è vecchio, più può essere rimandato in tempo per motivi legittimi.

Prima di applicare la sanzione, si dovrebbe avvertirla. Gli psicologi sottolineano che i cosiddetti bambini difficili non risponderanno al messaggio "Divertiti in silenzio", "Abbassa la televisione" "Metti giù il coltello" fino a quando non diciamo loro chiaramente che devono assolutamente farlo. Pertanto, ai bambini a cui piace mettere alla prova i confini dovrebbero dire "Mi diverto in silenzio, perché in caso contrario, prenderò il giocattolo" "Abbassa la TV, perché lo spengo", "Metti giù il coltello, perché non otterrai il dessert". Sempre tale messaggio dovrebbe essere detto con calma e non ripetuto. Nel caso di un bambino difficile o di un bambino che non è disposto a collaborare, sarà inutile rimproverare, chiedere o dare ulteriori opportunità. Se lo facciamo, insegneremo semplicemente al bambino che può fare quello che vuole fintanto che può sopportare le nostre lamentele o fino a quando il genitore non perde la pazienza.

Quindi cosa dovresti fare se tuo figlio non ascolta? Fai esattamente come abbiamo annunciato. Prendi un giocattolo, spegni la TV, non dare il dessert. A volte sarà necessario farlo tante volte prima che il bambino apprenda che le parole saranno seguite da azioni.

La punizione è un buon apprendimento e un'espressione di rispetto

Dare sanzioni non è così facile. E forse è per questo che molti adulti non li usano. I genitori possono affrontare molti problemi. Prima di tutto, può essere nessuna conseguenza. È sufficiente che l'intera filosofia della punizione cada in rovina.

Il vantaggio più grande dell'uso di sanzioni basate sulle conseguenze naturali delle azioni di un bambino è quello nel tempo, le penalità diventano meno necessarie e sono sempre meno utilizzate nella pratica. Un bambino che impara a rispettare i confini si atterrà a loro. Quando sentirà il messaggio giusto, saprà come reagire e saprà cosa accadrà se non ottempererà alla nostra richiesta.

Molte persone accusano i genitori di essere puniti rendere i bambini robot obbedienti che non hanno opinioni e che agiscono nel modo giusto solo per paura della coerenza. Tuttavia, in questo tipo di pensiero vedo un grosso svantaggio. Prima di tutto, ci si dovrebbe chiedere se, da adulti, non facciamo qualcosa spesso per non affrontare la punizione / o le spiacevoli conseguenze della negligenza? Non siamo motivati ​​a svolgere un compito, a non essere rimproverati o perdere un bonus? Come bambini a scuola, non facciamo lezioni difficili per evitare l'insoddisfazione dei genitori e dei genitori? Stiamo cercando di ripulire regolarmente in modo da non dover vivere in un pasticcio? Non impariamo le lingue per non vergognarci dei nostri colleghi e non sentirci persi all'estero? Inoltre, il bambino ha sempre una scelta. Se commette un errore, verrà punito e, se lo farà, lo eviterà.

Puoi chiedere, punizione o conseguenza naturale di un atto? Secondo me, è difficile decidere in molte situazioni ... Dopotutto, si può concludere che asciugare il succo versato è una conseguenza di un determinato atto, ma è ancora la perdita del tuo succo preferito, che si è appena concluso? La punizione sarà un rimprovero in un diario per cattiva condotta o è solo una conseguenza di un atto? La punizione sarà un divieto di giocare un giocattolo che il bambino non gioca correttamente, o è solo una conseguenza dell'atto? Dopotutto, c'è una mancanza di amici in relazione a un bambino che si comporta male, non riesce a trovarsi in un gruppo a causa della costante violazione delle regole, è una punizione o una conseguenza di azioni? Si può dire che altri bambini puniscano "non piaceva Piotr" in questo modo? Questo confine è chiaro per te? Dopotutto, non stiamo adattando il bambino a vivere bene nella società non punendo a casa?

Certo, puoi scriverlo la punizione è qualcos'altro che questo comportamento è estremamente esagerato, ingiusto, che è associato all'inginocchiarsi sui piselli, in piedi in un angolo per molti minuti o in situazioni estreme di punizione corporale.

tuttavia la punizione come una parola può essere diversa. Tutto dipende da come lei comporremo e sceglieremo, con quale tono parleremo, quali gesti ci accompagneranno, come sarà la nostra espressione facciale ... ... In qualità di genitori decidiamo che aspetto ha la punizione e come viene imposta al bambino. Possiamo averne paura o usarlo con calma. Decidiamo sull'atmosfera e se la punizione sarà considerata giusta o no ... È l'efficacia del nostro lavoro che dipende dalle nostre emozioni.

Punizione ed età del bambino

Infine, alcune parole sull'età del bambino. Il ruolo del genitore non è quello di giudicare, entrare in uniforme da poliziotto o investigatore. Il ruolo del genitore è l'educazione. Ecco perché è così importante per un bambino adattarsi al modo in cui la società funziona. Non c'è educazione dove ci sono coccole o educazione senza stress. E viceversa, l'educazione senza amore e accettazione è fuori discussione. Un bambino che non ha confini chiari è perso, non felice.

La punizione consente a un bambino di imparare responsabilità e ... risolvi tu stesso il problema. Si motiva semplicemente nei suoi sforzi. Mostra come comportarsi in situazioni di conflitto, quando si accumulano cattive emozioni, ci insegna a calmarci e cercare di scendere a compromessi. Ad esempio, i bambini che discutono di un giocattolo e sono consapevoli che il genitore non starà da nessuna parte, ma li aiuterà a raggiungere un accordo, impareranno che condividere è meglio che perdere l'oggetto. Il genitore che propone una soluzione consentirà al bambino di decidere e dire cosa accadrà se i bambini non fermano il loro cattivo comportamento, non dimostra che qualcuno nella situazione di conflitto debba vincere. È chiaro che non si tratta di chi ha vinto, chi "è uscito", ma del fatto che sono riusciti a comunicare senza perdere i nervi e sentirsi feriti contro l'altra persona.

La punizione è una conseguenza, imparare a gestire le cattive emozioni e il consenso per imparare a funzionare in un mondo in cui a volte devi essere in grado di cedere e devi sempre andare d'accordo con l'altra persona che ha anche ragione ...