Pubblico

Perché non dare ai nostri figli tutto ciò che possiamo

Perché non dare ai nostri figli tutto ciò che possiamo


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Oggi è più facile cadere nell'errore di dare tutto ciò che i bambini chiedono. Alcuni genitori lo fanno per il desiderio di compensare i loro figli per il poco tempo che trascorrono con loro a causa delle lunghe ore di lavoro.

A volte sono condizionati da pressioni sociali o confronti. E altre volte, i genitori preoccupati per i loro figli e volendo essere affettuosi con loro si sforzano di dare tutto ciò che possono offrire, seguendo la sensazione che "mio figlio non supera i bisogni che ho vissuto durante l'infanzia"

- Quando gli adulti danno ai loro figli tutto ciò che possono senza limiti e disciplina Puoi correre il rischio di proteggere eccessivamente i bambini senza insegnare loro il valore delle cose e dello sforzo.

- Consentire al bambino può essere inteso come dare affetto e protezione ma in pratica, quando i genitori non pongono limiti, gli danno un altro significato: maleducato il bambino.

- Vale a dire, il bambino diventa qualcuno a cui risolvono tutto, cresce senza rispettare i limiti o l'autorità, non conosce regole o perché dovrebbero essere rispettate. Inoltre, quando è iperprotetto, il bambino viene privato dell'opportunità di sentirsi indipendente non assumendosi la responsabilità delle proprie azioni.

- Se i genitori educano il bambino in questo modo la loro maturità emotiva è in pericolo da quando il piccolo si abitua a fare tutto per lui.

- Quando ai bambini viene dato tutto senza alcun rifiuto c'è il rischio che i più piccoli diventano esigenti ed egoisti. Sono visti come il centro dell'attenzione e al bambino viene fatto credere che solo loro sono importanti e gli altri sono al loro servizio.

Se i genitori danno ai loro figli tutto ciò che possono, lo permettono e lo concedono senza chiedere nulla in cambio, i bambini diventano intolleranti alla frustrazione.

D'altra parte, se di tanto in tanto i bambini ricevono rifiuti, sperimenteranno i sentimenti che sorgono quando i bisogni non sono soddisfatti. Sensazioni normali e quotidiane nelle persone e che hanno aspetti positivi nella genitorialità.

Controllare in prima persona queste emozioni sarà positivo per i bambini poiché li aiuterà a stabilire la loro autonomia e dipendenza dagli adulti, quindi non è mai troppo tardi per i genitori sapere come dire “no” e per i bambini sapere cosa si può o non si può fare.

Con il negativo fa capire ai bambini che devono guadagnare qualcosa e che regole e limiti devono essere rispettati per raggiungerli. Il "no" deve essere coerente e logico; deve essere spiegato chiaramente al bambino. Al contrario, il rifiuto non va imposto e questo l'unico motivo è: "perché l'ho detto".

Puoi leggere altri articoli simili a Perché non dare ai nostri figli tutto ciò che possiamo, nella categoria Formazione in loco.


Video: Ho Sposato Una Senzatetto Per Le Sue Dimensioni (Potrebbe 2022).