Polemicamente

12 fatti scioccanti sull'allattamento al seno e il latte modificato. Lo sapevi

12 fatti scioccanti sull'allattamento al seno e il latte modificato. Lo sapevi



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'allattamento al seno contro l'allattamento artificiale, nonostante il passare degli anni, è un argomento caldo di discussione. Non solo giovani madri, ma anche esperti, medici, psicologi, storici e aziende che traggono profitto dalla vendita di latte modificato. Di seguito sono riportati 12 fatti interessanti e poco noti sulla storia dell'allattamento al seno e del latte modificato.

Il latte materno NON è sterile

Per decenni, gli scienziati hanno pensato che il latte materno fosse sterile. Questo non è vero e lo sappiamo oggi. Il bambino, consumando 800 ml di latte materno, riceve cal giorno da 100.000 a 10 milioni di batteri. Questi batteri hanno un impatto estremamente importante sulla costruzione dell'immunità di un bambino. È lo stato della flora intestinale che determina l'efficacia con cui il corpo affronta le infezioni.

Il latte della mamma non è da latte

A differenza del latte modificato, il latte materno non è da latte. Viene digerito molto rapidamente dal bambino che lo beve. E perfettamente adattato alle sue esigenze. Nonostante il passare degli anni, gli scienziati non conoscono ancora la composizione completa del latte materno e non possono spiegare il significato di ciascun ingrediente che appare in esso.

Anche 1,2 litri

La produzione giornaliera di latte nelle donne è da 500 ml a 1200 ml. Naturalmente, la produzione di latte dipende dall'età e dai bisogni del bambino. Il più piccolo è subito dopo il parto, quando viene prodotto il colostro, il neonato ha bisogno letteralmente di alcune gocce per soddisfare le sue esigenze. Nel tempo, la produzione aumenta. Tuttavia, non è la madre, ma il bambino a essere responsabile della produzione di latte sufficiente. Questo bambino, succhiandogli il seno, si assicura che il latte venga prodotto esattamente nella quantità di cui ha bisogno. È stato dimostrato che è presente il latte materno ormoni che regolano l'appetito. In altre parole, il bambino non mangia più, anche se c'è troppo latte.

La produzione di latte ha bisogno di molta energia

I seni che producono latte consumano fino a 30% di energia a riposo della madre. È più di un cervello o di un cuore.

Il diabete riduce la produzione di latte

Il rischio di carenza di latte è significativamente aumentato nelle donne con diabete gestazionale. Questa è una minaccia enorme perché le statistiche sono allarmanti. Il diabete e il pre-diabete sono più comuni, così come il problema del sovrappeso.

Tarda maternità e primo figlio

Potrebbero avere un problema con l'allattamento donne che partoriscono per la prima volta dopo i 35 anni. Naturalmente, questi sono problemi che possono spesso essere risolti con un supporto saggio.

Dopo aver aumentato il seno, l'allattamento può essere difficile

I chirurghi sostengono che se l'intervento chirurgico viene eseguito correttamente, la donna sarà in grado di allattare al seno. Nel frattempo, recenti ricerche suggeriscono che le donne che hanno avuto un'incisione intorno all'areola del capezzolo (sono più spesso realizzate durante l'aumento del seno) hanno fino a 5 volte più spesso problemi di carenza di cibo. Inoltre, l'ingrandimento del seno è associato a una riduzione fino al 40% della possibilità di allattare solo un bambino. Tutto dalle paure delle donne che il materiale con cui sono stati realizzati gli impianti potrebbe danneggiare il bambino.

La mancanza di latte è raramente un problema

Si stima che solo da Dall'1 al 5% delle donne soffre di malattie e condizioni che inibiscono l'allattamento e impediscono l'allattamento al seno completo. Per queste donne, si parla carenza di latte primario. Queste donne non sono fisicamente pronte per l'allattamento.

Puoi bere un bicchiere di vino durante l'allattamento?

I livelli di alcol nel sangue e nel latte materni sono i più alti entro mezz'ora a un'ora dopo averlo bevuto (sono possibili reazioni individuali). Quindi, quando dai da mangiare al tuo bambino più volte al giorno, puoi bere un bicchiere di vino immediatamente dopo averlo nutrito, senza rimorso, supponendo che la prossima alimentazione avrà luogo in 3-4 ore.

Non sono stati i produttori di latte a indurre le donne a smettere di allattare

In molte discussioni, vi è la convinzione dominante che le maggiori preoccupazioni siano responsabili del ritiro delle donne dall'allattamento. Questo non è vero Il latte modificato è stato creato a causa della necessità di creare latte in sostituzione del latte materno. In altre parole, questo noi donne abbiamo fatto apparire la miscela, che la maggior parte dei sostenitori dell'allattamento al seno dimentica o non vuole sentire.

Il latte modificato è apparso all'inizio del secoloquando iniziò l'America processo di industrializzazione, le ferrovie si svilupparono e il tempo iniziò a essere misurato con orologi sempre migliori. Proprio in quel momento, le donne hanno iniziato un lungo viaggio con i loro mariti, partendo per un lavoro migliore. Cominciarono a vivere lontano da madri e nonne che potevano aiutarli ad imparare ad allattare, andarono a lavorare dove non potevano portare i bambini. Dovevano trovare una soluzione che consentisse loro di lavorare (per garantire il sostentamento delle loro famiglie), fornendo al contempo il latte per i loro figli. Suona familiare?

La prima formula del latte modificato fu inventata dal famoso chimico tedesco Justus von Liebieg. Nel 1883 furono create 23 miscele di latte modificate brevettate. In precedenza, le donne usavano il cosiddetto latte condensato in scatola, molto generosamente zuccherato.

Attualmente, il mercato del latte modificato e delle pappe è per un valore di $ 35 miliardi all'anno.

Quando fu inventato il latte modificato, le madri furono invitate ad allattare

A Chicago tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, il Dipartimento della Salute ha avvertito le donne dei reali pericoli legati all'alimentazione dei bambini con latte modificato. Si scopre che la morte risultante dall'alimentazione con biberon era allora molto reale. È stato stimato che quindici bambini allattati al seno sono morti per ogni bambino allattato al seno. Il 13% dei bambini è deceduto prima del loro primo compleanno, soprattutto a causa della diarrea derivante dal consumo di latte contaminato. Quindi a Chicago c'erano molti poster che imploravano le madri di allattare.

I produttori di latte sui manifesti pubblicitari hanno informato le madri: "Se devi nutrirti con latte modificato, provaci. Forse tuo figlio non si ammalerà così tanto. "

La specializzazione pediatrica è stata creata a seguito dello sviluppo di miscele di latte

Prima del XX secolo non esisteva la specializzazione pediatrica. Il medico di famiglia stava curando i bambini malati. Il parto, l'alimentazione del bambino e l'educazione erano il dominio delle donne. La pediatria si è sviluppata con lo sviluppo di miscele di latte, quando le madri hanno iniziato a cercare informazioni su come alimentare una bottiglia, è stato introdotto il principio del programma di alimentazione. È stata promossa l'alimentazione percentuale, che ha comportato la creazione di una miscela personalizzata in base alle esigenze del bambino. Ciò ha richiesto visite dal medico e informazioni su come nutrire il bambino. Negli anni '60 del XIX secolo, le caseifici usarono abilmente le nuove competenze dei medici fornendo latte modificato senza etichette con informazioni su come preparare la miscela, il che significava che le madri erano costrette a visitare un pediatra per imparare a dare una bottiglia. Per diversi anni, la comunità medica che ha messo in guardia dall'allattamento al seno ora non ha visto nulla di sbagliato in questo metodo, a condizione che la donna e il bambino rimanessero sotto la cura di un medico.

Parte delle informazioni di cui sopra sono state preparate sulla base di fatti tratti dal libro "Oditionieni. L'evoluzione dell'allattamento al seno. Una storia di polemiche. ”Jennifer Grayson. Ti invitiamo a leggere!