Gravidanza / parto

Gravidanza dopo la scadenza


Un gruppo definito di donne che hanno camminato con la pancia per nove mesi concordano sul fatto che gli ultimi giorni e talvolta le settimane saranno più lunghi. E se potessero decidere, accorcerebbero la fase finale di attesa del bambino. Tuttavia, il problema con la ricerca di segni di consegna potrebbe essere ancora maggiore. A volte la pazienza di essere esposti è ancora più testata. Quando la consegna non avviene, nonostante la data stabilita, ci sono alcune cose da tenere a mente.

Imposta giorno di consegna: data approssimativa

Il giorno approssimativo del parto non è il giorno in cui nascono tutti i bambini. Il giorno fissato dal medico, è nato in giro 5% di tutti i bambini. Pertanto, questo termine dovrebbe essere trattato come approssimativo.

Non è il medico o la futura mamma a decidere il giorno del parto. L'impulso di iniziare il travaglio viene inviato dal bambino. Gli scienziati non sanno ancora come un neonato inizia il suo giorno di nascita.

Quanto dura la gravidanza?

Solo in teoria la gravidanza dura 280 giorni dal primo giorno dell'ultimo periodo mestruale, 266 giorni dopo il concepimento, ovvero 40 settimane. Questo calcolo si applica al ciclo mensile medio, che dura 28 giorni e in cui si verifica l'ovulazione a metà del ciclo.

Non tutte le donne hanno cicli così regolari. Per questo motivo, i medici prendono la gravidanza come norma, che dura da 38 a 42 settimane. Questo lasso di tempo mensile mostra chiaramente che la data impostata dal medico dovrebbe essere presa come indicazione.

Dopo l'esame ecografico, possiamo ottenere un'altra data (dopo la data impostata il giorno delle mestruazioni) della consegna. Si ritiene che il più appropriato sia quello determinato alla prima visita, valutando l'età della gravidanza. In questo caso, tuttavia, non vi è alcuna certezza che la soluzione avrà luogo entro un determinato periodo.

Gravidanza trasferita

Oggi c'è la tendenza a interrompere rapidamente la gravidanza dopo la farmacologia. Tuttavia, secondo il parere dei più grandi esperti e autorità, questo è un grosso errore.

L'induzione al parto dovrebbe essere trattata come ultima risorsa e la gravidanza dopo la scadenza non dovrebbe essere motivo di preoccupazione. Dopo la data stabilita dal medico, diventano necessarie visite più frequenti a uno specialista e osservazione, ma solo per valutare le condizioni della placenta. Finché la placenta "affronta la gestione della gravidanza" (la placenta è efficiente, la quantità di liquido amniotico è normale e il bambino sta bene), non c'è motivo di preoccuparsi e vale la pena aspettare un giorno o più giorni per dare una possibilità alla natura.

Quando un bambino non è nato ...

Giorni dopo la scadenza richiedono una donna maggiore vigilanza. Si consiglia di visitare un medico o una clinica ogni due o tre giorni ed eseguire CTG. I medici sensibilizzano anche che la futura mamma presta particolare attenzione ai movimenti del feto e ad eventuali cambiamenti in quest'area (un'improvvisa diminuzione o aumento della frequenza) per segnalare uno specialista che si prende cura della gravidanza.
La gravidanza deve terminare, se la soluzione non si presenta da sola, e il bambino è grande, si sta irrigidendo, le sue condizioni peggiorano, il bambino espelle il meconio (che viene rimosso naturalmente immediatamente dopo il parto).

Lo standard è dimettere un ricovero in ospedale per indurre il travaglio, quando la gravidanza non termina naturalmente entro due settimane dalla data calcolata di consegna del medico.


Video: Test di gravidanza, istruzioni per eseguirlo correttamente (Gennaio 2022).