Gravidanza / parto

Esame prenatale non invasivo per sindrome di Down, Edwards e sindrome di Patau


Sebbene il test NIFTY sia stato utilizzato con successo in tutto il mondo per diversi anni, è ancora nuovo in Polonia. Le future madri spesso ne vengono a conoscenza non dai medici, ma da Internet. Nel frattempo, questo test è molto efficace e, soprattutto, è completamente sicuro per il bambino e la madre.

Fino a poco tempo fa, la conferma della sindrome di Down, della sindrome di Edwards o di Patau era possibile solo in occasione dell'amniocentesi o del prelievo di villi coriali. Ora, tuttavia, i pazienti sono disponibili anche con test di screening non invasivi con sensibilità molto elevata. Non sorprende che le future mamme stiano iniziando ad interessarsi a loro.

L'efficacia del test NIFTY è del 99%. È quindi paragonabile ai test prenatali invasivi. Inoltre, vale la pena sapere che il paziente è coperto da un'assicurazione volontaria gratuita. Quindi se il test non mostra una delle trisomie sopra menzionate e il bambino nasce con lei, il paziente riceverà un risarcimento per un importo di ca. oro. Vale anche la pena dire che anche nel caso di un risultato positivo del test NIFTY (con sindrome di Down, Edwards o sindrome di Patau), la futura madre può contare sull'aiuto sotto forma di finanziamento per una procedura di amniocentesi privata.

Test NIFTY: come funziona?

La stessa procedura di test è molto semplice. Qui viene utilizzato il sangue dalla vena ulnare, quindi da un punto di vista tecnico ricorda la morfologia ordinaria. Quindi dal sangue della madre viene isolato. DNA libero in cui si trovano sia il materiale genetico in gravidanza che quello fetale. Nella fase successiva, il DNA fetale viene sottoposto ad analisi dettagliate. Sebbene il test sia molto semplice per il paziente stesso, in questo caso la procedura di laboratorio è molto complicata. Richiede attrezzature adeguate e una vasta esperienza del team di laboratorio. Il DNA fetale che circola nel sangue della madre è spesso "frastagliato" e la sua analisi è molto più difficile rispetto ai test genetici classici dopo la nascita.

Chi dovrebbe fare il test NIFTY?

A causa del fatto che questo esame è completamente sicuro, in realtà ogni donna incinta che ha paura di avere un bambino malato può sottoporsi. L'indicazione per il test è sicuramente una situazione in cui il paziente ha un'amniocentesi, ma vuole evitarlo o un carico genetico. Altri casi in cui si raccomanda l'esame: pazienti di età superiore ai 35 anni, chirurgia in vitro, gravidanza a rischio e incapacità di sottoporsi a test prenatali invasivi.

Assicurazione di prova - solo quelli sul mercato!

È interessante notare che è anche l'unico test prenatale disponibile sul mercato in cui il paziente è assicurato in caso di rilascio di un risultato errato. Se il laboratorio non trova una delle tre malformazioni fetali sopra descritte e il bambino nasce gravato da esso, allora verrà pagato un risarcimento per un importo di circa 96 mila. oro. Vale anche la pena notare che quando viene emesso un risultato positivo del test NIFTY, la futura mamma può contare su finanziamenti per l'amniocentesi.

Ora anche in gemelli ...

Fino a poco tempo fa, una controindicazione al test NIFTY era la gravidanza multipla. Oggi, tuttavia, anche i pazienti si aspettano, tra gli altri i gemelli possono utilizzare con successo questo metodo innovativo. Tuttavia, diversamente dalle gravidanze singole, in questo caso non è possibile determinare il sesso fetale e il rischio è stimato per tutta la gravidanza (tutti i bambini).


Video: Percorso Prenatale con il test sul DNA fetale nel sangue materno (Gennaio 2022).