Tempo per la mamma

Malattia di Lyme nei bambini - minacciata da un'epidemia?


La malattia di Lyme è una malattia considerata "rara" in Polonia. Abbastanza sbagliato. Tuttavia, questo non è l'unico problema.

È una malattia di cui come nazione sappiamo poco, basando la nostra conoscenza su miti e informazioni residue fornite dai medici. Non è un segreto che gli specialisti in Polonia diagnostichino la malattia di Lyme molto raramente. Non perché questa malattia si manifesti sporadicamente, ma perché non ne hanno abbastanza conoscenza. C'è qualcos'altro: problemi diagnostici derivanti da sintomi difficili da interpretare.
La malattia di Lyme può dare vari sintomi nel corso di decenni.

Questi sintomi possono segnalare la malattia di Lyme

I pazienti in Polonia spesso soffrono senza ottenere supporto e sperano di curare i loro disturbi. loro stanchezza, sonnolenza, mancanza di forza, mal di testa, bruciore agli occhi, acufene, disturbi cardiaci e persino depressione sono spesso mal diagnosticati. Le cause del malessere non vengono cercate dove si trovano.

La pratica medica mostra che la malattia di Lyme rimane in molti casi non riconosciuto e conseguentemente trattato in modo inefficace. I pazienti vengono inviati da un ufficio all'altro, ricevono rinvii ad altri specialisti e prescrizioni per medicinali costosi. Quando la causa del malessere non può essere trovata, i medici suggeriscono che il problema è psicologico.

Il tempo prezioso passa e la malattia porta a ulteriori effetti negativi, il paziente soffre di incomprensioni e trattamenti inefficaci e i medici allargano impotenti le mani.

Difficoltà diagnostiche

Il problema non è solo la mancanza di conoscenze sufficienti tra i medici, ma ignora anche la malattia e la necessità di investire in nuove forme e standard diagnostici.

Il problema oggi è inefficacia degli esami del sangue, che spesso non consentono il rilevamento di vari ceppi di batteri che causano la malattia di Lyme.

Negli Stati Uniti esiste una disposizione dal 2013 che richiede ai medici di informare i pazienti sulla scarsa affidabilità dei test sierologici della malattia di Lyme. In Polonia non esiste una tale disposizione e i medici credono nei risultati dei test ricevuti, nonostante il fatto che colleghi di altri paesi li trattino con cautela.

Siamo a rischio di una pandemia?

Il fatto che il rischio di malattia di Lyme sia elevato è dimostrato anche da un altro fatto.

Enormi quantità sono investite in candele per curare efficacemente la malattia e proteggere la società dalla minaccia di una pandemia. Gli esperti canadesi nel progetto di legge C-422 del 21 giugno 2012 prevedono che nel 2020 fino all'80% della popolazione sarà esposta alla malattia di Lyme. Nel marzo 2012, il professor Luc Montagnier, vincitore del premio Nobel per la scoperta dell'HIV, ha definito la malattia di Lyme una pandemia. Un altro problema è la mancanza di ricerche in Polonia in relazione ai donatori di sangue che donano il loro sangue e possono inconsapevolmente trasmettere la malattia ad altre persone.

In Germania, nel solo 2010, a 900.000 persone è stata diagnosticata la malattia di Lyme cronica. Nello stesso anno, in Polonia furono diagnosticati solo 9003 casi. Gli esperti sottolineano che potrebbero esserci molti più pazienti in Polonia, ma le difficoltà diagnostiche rendono impossibile contarli.

Non sempre eritema

La malattia di Lyme è erroneamente associata a una malattia che inizia con la comparsa di eritema sulla pelle. Nel frattempo, solo in un numero limitato di casi l'infezione da Borrelia viene trasmessa principalmente dalle zecche (ma anche acari, zanzare, mosche, pulci e pidocchi) è associato a lesioni cutanee. La malattia a volte rimane accovacciata per mesi e anni o presenta sintomi che sono difficili da associare a un viaggio nella foresta.

La malattia di Lyme malattia multiorgano, provoca varie reazioni, la sua insorgenza è associata a molti sintomi.